Blog

Miglior zaino da viaggio: ecco perché e come sceglierlo!

miglior zaino da viaggio

Ormai è chiaro, il miglior compagno di viaggio è lo zaino! Comodo e pratico!

Perché scegliere lo zaino al posto del trolley?

Gran parte delle motivazioni per spingerci a prediligere lo zaino al trolley dipende dal tipo di viaggio che andremo ad intraprendere.

Se il viaggio richiederà spostamenti con i mezzi pubblici, la necessità di muoversi spesso a piedi, se andremo a visitare paesi poco sviluppati e con poca attenzione all’igiene, lo zaino sarà il compagno di viaggio perfetto!

Lo zaino facilita gli spostamenti in città e generalmente in luoghi affollati. Salire e scendere scale, camminare su terreni accidentati o pavimentati sarà più facile, senza dover trascinare faticosamente il trolley. Poter avere le mani libere per consultare una mappa è un vantaggio non indifferente.

Muoversi tra la gente trascinando un bagaglio a mano può diventare frustrante!

Lo zaino è più facile da riporre nelle cappelliere degli aerei o nella rastrelliera dei treni. Sollevare un trolley spesso ci porta a richiedere l’aiuto di qualche compagno di viaggio, mentre lo zaino, avendo una struttura più leggera, è più facile da sollevare.

Per i viaggi naturalistici, infine, lo zaino è irrinunciabile!

Quali caratteristiche deve possedere il miglior zaino da viaggio?

Come dev’essere fatto uno zaino da viaggio? Quali sono gli aspetti che ci devono guidare nell’acquisto?

Ecco un elenco degli elementi da considerare:

  • spallacci: svolgono un ruolo fondamentale per rendere il nostro viaggio il più confortevole possibile. Prediligi spalline imbottite e traspiranti. Questo elemento rende più facile sopportare il peso dello zaino e aiuta a distribuire efficacemente il peso;
  • schienale: come gli spallacci, anche questo elemento dev’essere imbottito, traspirante e possibilmente possedere degli elementi ammortizzanti. Preferite zaini semirigidi, che si adattano meglio alla corporatura e consentono di distribuire il peso correttamente lungo tutta la schiena;
  • cintura ventrale: consente di mantenere lo zaino assicurato al corpo, evitando che possa sobbalzare, soprattutto se lo zaino è pesante. Anche questo elemento aiuta la corretta distribuzione dei pesi;
  • cintura pettorale: più utile per i viaggi naturalistici e il trekking, contribuiscono a ridurre ulteriormente il peso dalle spalle;
  • tasca principale: dev’essere capiente e possedere tasche interne in modo da poter organizzare al meglio il materiale, evitando che parti più piccole si disperdano;
  • tasche nascoste: utili per riporre portafoglio, cellulare e altri oggetti di valore, in modo che non possano essere oggetto di furto;
  • tasche laterali: per accedere facilmente agli oggetti di base, senza dover sfilare lo zaino;
  • qualità del materiale: nel corso del viaggio lo zaino potrebbe subire colpi, impigliarsi in rami o altri oggetti che potrebbero strappare il tessuto. Scegliete perciò uno zaino che sia prodotto con materiale di qualità, meglio se antitaglio;
  • impermeabilizzazione: nel corso degli spostamenti può capitare di incorrere nel maltempo e in piogge. Per evitare di bagnare il contenuto dello zaino è importante che sia fabbricato in materiale antipioggia. Evitate perciò zaini in tessuto in quanto non impermeabili e poco resistenti;
  • qualità delle cerniere: proprio perché in viaggio si presuppone di trascorrere buona parte del tempo in mezzo alla gente, è importante che le cerniere siano resistenti e soprattutto che non si aprano. Meglio ancora se la chiusura è protetta da un lucchetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *